T.

Follow Us

Inside The Gap, l’agency italo-inglese di Napoli

Inside The Gap, l’agency italo-inglese di Napoli

Il nostro nome viene da ‘Bridging The Gap’, e nasconde al suo interno la sua stessa essenza: l’espressione inglese infatti, significa ‘‘colmare una distanza’, gettare un ponte tra due luoghi non comunicanti, come un’azienda/organizzazione/ente culturale-turistico e il suo potenziale utente.

La proposte da ideate mirano ad offrire sia servizi che prodotti mirati all’abbattimento di queste barriere comunicative, favorendo sia una gestione efficace della comunicazione virtuale e promozionale delle attività di Napoli, sia una narrazione creativa della città stessa in grado di competere con l’immagine e il marketing delle altre capitali europee.

Uno dei punti di forza del team The Gap è la rete di giovani e intraprendenti professionisti che gravitano intorno al nucleo di coordinazione: il progetto nasce da un’idea di una giornalista free-lancer, (Marta, 30 anni) laureata con titolo di secondo livello e abilitazione all’insegnamento in Lingue Straniere e verticalizzata nell’ambito della comunicazione, del social management, della creazione dei contenuti e delle relazioni con i clienti. È lei a creare le reti di contatti e a svolgere il ruolo di commerciale, nonché di fondatrice e titolare della ditta individuale The Gap. Ad affiancarla nella supervisione del progetto, una visual strategist (Sabrina, 30 anni), già responsabile del reparto di comunicazione e grafica di un’azienda di formazione, nonché fotografa specializzata in photoshooting promozionali.

Intorno alla fondatrice e alla co-coordinatrice ruotano altri 6 lavoratori indipendenti, ognuno specializzato in un settore della comunicazione:
1. Alessia, copy writer e social media manger, 2. Giulio, web designer e grafico 3. Fabrizio, community manager e Facebook Ads specialist 4. Davide, videomaker e influencer 5. e 6. Chris e Paul, consulenti linguistici di origine inglese e docenti privati con abilitazione alla preparazione di esami per la certificazione IELTS e ESOL

Punti di forza e organizzazione interna

Chiave dello spirito di squadra è la forte responsabilizzazione dei singoli freelancer impegnati nel progetto, ma anche la motivazione legata ad una causa comune: operare sul ‘gap’ linguistico-culturale che in città sembra creare vuoti comunicativi e strategie poco efficienti.

No Comments

Post a Comment